Monday Proof nuovo album Not to sleep, Not to die

Monday Proof

“Not to sleep, Not to die” è il titolo del nuovo album dei Monday Proof, pubblicato in collaborazione con Sorry Mom!
La band si è occupata interamente di scrittura, composizione e arrangiamento dei dieci brani che si pongono l’obiettivo di riassumere gli ultimi 20 anni della corrente pop-punk in una chiave personale ed energica.

I Monday Proof nascono nell’Estate del 2014 da un’idea del bassista Federico Favero e del primo chitarrista.
Dopo un primo inizio in cui il gruppo si dedica principalmente alla realizzazione di cover di alcune delle grandi band pop punk degli anni 2000 e un continuo susseguirsi di batteristi, nell’ottobre del 2018 entra ufficialmente nella band l’attuale batterista Riccardo Busolin e un paio di mesi dopo la formazione si allarga introducendo la voce principale e seconda chitarra Marco Zanon, con la decisione di concentrarsi nella realizzazione di musica propria.
Nell’ottobre del 2018 esce il primo progetto “Greatest hits 2018-2018” al quale seguirà poi un ep nella primavera dell’anno seguente “Mr. Wang’s Opium Den”.
Nel 2019 la band subisce un cambio di line-up ed entra nel gruppo l’attuale chitarra solista Alberto Olivi. A marzo 2020 la band firma il suo primo contratto discografico con l’etichetta Sorry Mom! Che si occuperà del booking e del management del gruppo.
I Monday Proof si allargano ulteriormente ed entra nella band la nuova chitarra ritmica e seconda voce Francesco Cappellari durante l’estate del 2022.
La band sta attualmente promuovendo il suo ultimo album “Not to sleep, Not to die”.

Di seguito breve descrizione della Track List dell’album:
APPLE JUICE
Si comincia con un inno alla vita più semplice e serena, con un testo che si autocompiace ed appaga nel giro di tre minuti.

THE DANGER
The Danger racconta di un pericolo che aleggia costante per le nostre strade, nonostante nessuno sappia esattamente di cosa si tratti. Nel dubbio è sempre meglio volare bassi e nascondersi tra la folla

RISING TIDE
Un brano onirico che descrive la dimensione del sogno come in una sorta di romanzo, dove i personaggi sono i desideri inconsci e il narratore è la coscienza.

DO IT AGAIN
Questa canzone parla delle sfortunate vicende di chi cerca di migliorare una situazione finendo per peggiorarla sempre di più, trovandosi poi a fuggire dalle conseguenze.

JALISCO
Jalisco è una canzone speziata e caliente da accompagnare ad un bel margarita. Funkeggia fino a sputare fuoco come ad una gara di mangiatori di peperoncini.

TUTTO FUMO NIENTE ARRESTO
Il cambiamento climatico come tema centrale, partendo da come i temporali danneggino le mele nel periodo del raccolto.

GOOD GIFTS MAKE YOU SAD
La “ballad più ballad” del disco rappresenta uno straziante lamento che ricorda come anche le cose più belle possano finire per essere tristi.

RUMBLE IN THE JUNGLE
L’ottavo brano parla di botte, stecche, catene e manganelli: una collezione dove il più arrogante ne esce blu.

FORTUNE TELLER
Il pezzo affronta il tema dell’isolamento, nello specifico descrivendo la sensazione di solitudine, nonostante si sia circondati da persone, e l’incomunicabilità delle proprie emozioni.

THE WAY TO GO
Ultimo brano del disco e sublimazione dell’identità collettiva nella personale trasformazione della band.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: